Arredamento etnico: ispirazioni per uno stile senza confini

Home Magazine Arredare Arredamento etnico: ispirazioni per uno stile senza confini

Idee, consigli e suggerimenti pratici per arredare casa in stile etnico con materiali, colori e decorazioni africane e orientali.


L’arredamento etnico è l’ideale non solo per chi ama collezionare souvenir dei propri viaggi, ma soprattutto per chi ha un debole per la cultura di paesi stranieri e desidera immergersi in un’atmosfera esotica anche a casa.

L’arredamento etnico è composto dalla combinazione di elementi che evocano terre lontane. Troviamo colori forti che richiamano le tonalità materiche della terra come il rosso, l’arancio, il marrone, il verde, il blu e l’oro, materiali naturali come legno, bambù e ceramica e tessuti come lino e seta.

Ecco alcuni consigli pratici per arredare casa in stile etnico, dai materiali ai complementi d’arredo, passando per colori e decorazioni.

Arredamento etnico: gli elementi irrinunciabili

Lo stile etnico permette di dare un tocco personale agli ambienti della casa, senza seguire regole troppo rigide. Ci sono tuttavia alcuni elementi fondamentali che definiscono precisamente un arredamento etnico. Tra questI:

  • mobili etnici in legno massello, bambù, pelle, rattan e altre fibre naturali;
  • tinte forti che possono variare tra rosso, arancione, marrone, verde, blu e oro;
  • quadri, vasi, sculture e tappeti che richiamano espressioni artistiche orientali o africane. 

Lo stile etnico lascia quindi molto spazio alla creatività e alle sensazioni personali, offrendo la possibilità di creare un arredamento esclusivo e inimitabile.

Materiali tipici dell’arredamento etnico 

Il materiale che più di tutti ritorna negli arredamenti di ispirazione etnica è il legno, spesso abbinato a complementi con colori che richiamano il mondo della natura e arricchito da decorazioni che riproducono animali o motivi floreali

L’essenza di legno più amata per pavimenti, rivestimenti e accessori di un arredamento etnico moderno è il teak, un legno proveniente dalla Birmania e dalle regioni dell’Asia  meridionale. Tra i pregi del teak si annoverano la sua resistenza e le sue sfumature di colore che vanno dal nero al verde bruno, con venature ben definite. 

Oltre al legno, i materiali che non devono mancare in un arredamento etnico moderno sono bambù, terracotta, pelle, rattan e fibre naturali.

Dettagli che creano un ambiente in stile etnico

Accessori etnici come vasi, quadri, tappeti, soprammobili e ornamenti trasportano immediatamente in un’altra dimensione visiva e culturale. 

I mobili in legno scuro con linee e forme imperfette, spesso intarsiati, possono essere abbinati a sculture in pietra o in metallo come il bronzo e il rame, oppure ad accessori costituiti da materiali moderni, come il vetro e l’acciaio

Cuscini colorati con fantasie geometriche o tribali, appoggiati su divani o direttamente su tappeti artigianali, insieme a lanterne in carta di riso o lampade in ottone o con riflessi ambrati, ricreano le suggestioni tipiche delle culture asiatiche e africane.

In cucina non possono mancare cestini in vimini, piatti, scodelle e posate di ispirazione etnica, da riporre in una credenza in legno massello decorato con elementi in ceramica in stile asiatico.

Per dar vita ad un soggiorno in stile etnico è consigliabile inserire divani, poltrone e pouf in pelle o tessuto, dalle forme morbide e rotonde, impreziositi da tanti cuscini colorati con motivi tribali o forme geometriche. 

L’ambiente deve trasmettere calore anche attraverso le pareti, tinteggiate o decorate con carta da parati di colore rosso o giallo scuro. Le stesse pareti possono ospitare quadri, maschere tribali, batik e stampe dai colori vivaci con disegni e trame appartenenti alle culture esotiche.

Nella camera da letto i tessuti fanno la differenza: lenzuola, cuscini, coperte, copriletti, tende e tappeti devono richiamare in modo chiaro l’estetica decorativa di altri paesi, creando accostamenti con colori neutri per esaltare anche l’influsso moderno.

Vuoi saperne di più? Scopri come arredare in casa in stile etnico moderno fusion!

Il letto può essere basso, in bambù o in legno, oppure in versione baldacchino se si preferisce il modello mediorientale.

Infine, per allestire un bagno con un arredamento etnico bastano pochi mobili, piastrelle in ceramica o terracotta e accessori in mogano o teak alternati con elementi in metallo e ferro battuto, da accostare ad asciugamani e tessuti in stile fouta tunisino.

Il tocco finale per completare un arredamento etnico è inserire candele al profumo di piante tropicali o di spezie, oppure l’incenso, per coinvolgere anche il senso dell’olfatto e assicurare un’immersione più profonda nelle atmosfere tipicamente arabe o africane.

Consigli per un arredamento stile etnico africano

Nell’arredamento in stile etnico africano dominano i colori caldi: troviamo marrone, beige, nero e ocra che richiamano le sfumature della terra, arancione e giallo insieme a colori primari come il rosso e il blu, tipici dell’arredo nordafricano. 

La natura è rappresentata da materiali come il legno, il bambù e il rattan su sedie, cesti, sgabelli, tavolini e pannelli divisori. I tappeti e gli arazzi, principalmente in cotone, lino o juta, possono essere in tinta unita o con motivi e disegni ispirati alla fauna e alla flora del continente. Per un tocco di modernità è possibile ricorrere a stampe e tessuti con fantasie animalier.

Per quanto riguarda i mobili, le forme da prediligere sono quelle morbide e curve. Statuette, piatti in ceramica e lanterne in legno rendono l’abitazione ancora più accogliente. Anche le piante contribuiscono nel restituire sensazioni esotiche e tropicali agli ambienti: la piantina del caffè, il banano e il ficus sono ideali per un appartamento etnico.

Consigli per arredare casa in stile orientale 

Quando si parla di arredamento in stile orientale occorre distinguere tra Medio ed Estremo Oriente.

Nel primo caso a farla da padrona sono le forme rotonde e gli arredi colorati e sfarzosi. I colori principali sono blu, rosso, viola, porpora, argento e oro: l’accostamento di queste tinte conferisce agli ambienti lusso e splendore, caratteristiche che ricordano la magiche ambientazioni da Mille e una Notte. Troviamo complementi d’arredo come tappeti, cuscini e tende, tutti realizzati con sete e tessuti pregiati ricchi di decorazioni dorate o argentate.

I mobili sono in legno, ferro, marmo e ceramica, con superfici che presentano intarsi e arabeschi con decorazioni in madreperla, argento e altri metalli preziosi. Grandi divani e pouf rappresentano gli elementi d’arredo tipici di un soggiorno mediorientale, per accogliere gli ospiti e sorseggiare tè in compagnia. Soprammobili come scatole di legno dipinte a mano insieme all’incenso e a narghilé completano l’arredamento, offrendo suggestioni tipiche della cultura araba.

L’arredamento etnico dell’Estremo Oriente, invece, si rifà principalmente al Giappone. 

L’arredamento giapponese è contraddistinto da linee pulite ed essenziali, colori neutri e materiali naturali che contraddistinguono il minimalismo zen, tra gli approcci di interior design più di tendenza tra gli amanti delle culture orientali.

In un appartamento arredato in stile etnico giapponese troviamo mobili in legno e bambù, pochi e distanti tra loro, armadi a muro e persiane scorrevoli. 

Vuoi saperne di più? Scopri come arredare casa in stile minimalista giapponese

Altri piccoli elementi decorativi, come bonsai, ukiyo-e e vasi in ceramica, riparati con l’arte del kintsugi, trasmettono un senso di autenticità senza stonare anche in contesti di ispirazione più moderna. Non possono mancare i fiori, disposti secondo i dettami dell’ikebana.

Progettare un arredamento etnico: tante ispirazioni, senza regole troppo rigide

Per dare vita ad un arredamento etnico non è necessario rivoluzionare casa con una ristrutturazione totale: un bravo interior designer riuscirà a ricreare all’atmosfera desiderata giocando con la disposizione di elementi di arredo, linee e colori.

Affidandosi alla competenza dei professionisti di Io Ristrutturo e Arredo è possibile realizzare un progetto di ristrutturazione o semplice relook dell’appartamento con un approccio all inclusive e chiavi in mano che lascia al cliente solo la parte creativa del fare casa, sgravandolo di tutti gli aspetti tecnici e burocratici, gestiti per lui da unico referente che dirige e coordina ogni fase dell’intervento.

 


Sogni una casa arredata in stile etnico?

Trova l’esperto IReA più vicino