Come arredare casa in stile industrial chic

Come arredare casa in stile industrial chic.

Tra le ultime tendenze nel mondo della ristrutturazione e allestimento domestico troviamo l’arredamento industrial chic. Si tratta di una corrente di interior design tra le più ricercate e amate degli ultimi anni, caratterizzata da un taglio metropolitano e moderno con linee nette ed elementi d’arredo riciclati in modo creativo.

Lo stile industrial chic nasce circa alla metà degli anni ‘50, quando molte fabbriche dismesse vengono recuperate e ristrutturate da grandi architetti per costruire abitazioni caratterizzate da ampi spazi, grandi finestre, tubi e travi a vista. Sono i famosi loft industriali, che nel corso del tempo sono stati arricchiti da materiali più eleganti e raffinati, fino a creare una nuova variante stilistica.

Sono sempre di più le persone che scelgono di arredare casa in stile industrial chic perché affascinate dalla nostalgia del passato e dal desiderio di conferire un tocco personale e di carattere alla propria abitazione. Vediamo quindi quali accorgimenti seguire per trasformare la nostra casa in stile industriale moderno.

Casa industrial chic: consigli per l’arredamento

Un arredamento industrial chic si distingue per il carattere moderno ed elegante, caratterizzato da ambienti open space luminosi che contrastano con forme lineari e nette, dai toni neutri. I materiali sono grezzi ed essenziali, quindi consigliamo elementi decorativi e d’arredo in legno, metallo o pietra, dai colori scuri o con varie sfumature di grigio.

I loft ricavati da locali industriali e commerciali dismessi si prestano benissimo ad essere arredati in questo stile: ambienti con soffitto molto alto, spesso dotati di soppalco in struttura metallica, grandi vetrate che esaltano l’illuminazione naturale, tubature e impianti a vista, pareti in mattone e pavimenti in resina non rifiniti. A partire da queste peculiarità architettoniche è possibile arredare in stile industrial chic attraverso un’attenta ricerca del dettaglio e del particolare nei singoli spazi e negli elementi d’arredo.

Open space

È la caratteristica principale dei classici loft americani, ma è possibile ottenere lo stesso effetto anche in un’abitazione di dimensioni inferiori. Bisogna dividere gli spazi sfruttando l’allestimento di mobili, librerie, pannelli divisori o separé, senza ricorrere a muri divisori o porte.

Pavimenti

Sono preferibili i pavimenti di legno duro, cemento o resina perché restituiscono un aspetto liscio e continuo che richiama gli spazi industriali. Una decorazione geometrica, insieme a una palette di colori neutri, sono utili per conferire alla pavimentazione un aspetto sobrio e raffinato.

Elementi architettonici

Cementi, legni (soprattutto quelli antichi), intonaci imperfetti e componenti in metallo devono essere messi ben in evidenza. In una casa in stile industrial chic, gli elementi architettonici devono lasciar trasparire il passato industriale della struttura, fatto di materiali e superfici consumate dal tempo e dal lavoro. Questo rimando al passato si può ottenere inserendo nello spazio abitativo travi a soffitto, tubature, ampie finestre prive di ornamenti e tendaggi.

Per quanto riguarda le pareti, invece, l’ideale è adottare mattoncini a vista, magari invecchiati. Se questa soluzione però risulta troppo dispendiosa o non realizzabile, è possibile usare una carta da parati con la riproduzione di una vecchia muratura a mattoni.

Materiali: legno e metallo

Il metallo e il legno sono i materiali principali per arredare casa in stile industrial chic, che si tratti di infissi, mobili, ringhiere, scaffali, ripiani o qualsiasi altro elemento d’arredo. Anche qui l’usura e i graffi sul legno, l’ottone e il rame rientrano perfettamente in questo stile e sono elementi da valorizzare e mettere in risalto per dare carattere agli ambienti.

Luci e colori

La luce ha un ruolo fondamentale nell’arredamento industrial chic. “Esporre” è la parola d’ordine: il consiglio è di utilizzare lampadine in sospensione, faretti da terra per generare chiaroscuri d’effetto, con fili e cavi a vista.

Sfruttando la luce che entra dalle finestre si ottengono gradevoli sfumature con i colori delle pareti, dei pavimenti e degli elementi architettonici. Sono preferibili le tonalità del grigio, del marrone e del nero ravvivate da colori più vivaci come il giallo, il rosso e l’ottanio. La gradazione di queste tinte e la luce naturale, unite a tende avvolgibili o a pannello per le finestre, creano un perfetto stile industrial chic.

I dettagli per la casa stile industrial chic, tra arte e riciclo

Per conferire alla casa un look industrial chic è necessario valorizzare lo stile ponendo grande attenzione ai dettagli, bilanciando la presenza di complementi d’arredo contemporanei e vintage che andranno a contribuire al carattere industriale dell’abitazione. Gli elementi vintage danno un pizzico di calore in più a uno stile che di base potrebbe risultare un po’ freddo.

Una buona idea è quella di utilizzare materiali di recupero da accostare in modo equilibrato con le finiture e le tonalità della casa. Ad esempio, ispirandosi al mondo dell’arte, si possono personalizzare gli ambienti con una parete con fotografie in bianco e nero, oppure arredarli con opere scultoree o pittoriche. In questo modo puoi aggiungere componenti in stile industriale, come un mobile recuperato in legno oppure delle sedie in metallo con seduta e schienale rivestiti in pelle, per creare una soluzione d’arredo in linea con l’atmosfera industrial chic dell’appartamento. 

La possibilità di scegliere mobili riciclati e riutilizzati è uno dei grandi vantaggi nell’arredare casa in stile chic industriale, perché si evitano costi elevati e si rispetta una caratteristica fondamentale di questo design: la semplicità.

Come scegliere un arredamento industrial chic originale

Se da una parte l’industrial chic è basato sulla semplicità, dall’altra risulta complesso creare i giusti abbinamenti con l’arredamento. Prima di procedere alle modifiche della casa, è possibile farsi un’idea di come sfruttare lo spazio, allestire i mobili e decorare gli ambienti considerando i seguenti elementi:

  • gli spazi a disposizione;
  • la posizione degli elementi d’arredo negli ambienti;
  • la tipologia delle pareti e dei rivestimenti;
  • l’illuminazione.

Lo sviluppo di un progetto architettonico o di relook domestico non è però un lavoro semplice, per questo conviene rivolgersi ad esperti della ristrutturazione e dell’arredamento come i professionisti di Io Ristrutturo e Arredo. Nei 90 punti vendita del network presenti in tutta Italia puoi confrontarti con specialisti di interior design che ti guideranno passo passo nella riqualificazione e nell’arredamento della tua abitazione.

Io Ristrutturo e Arredo facilita il processo di ristrutturazione, offrendo un servizio personalizzato, per farti vivere l’emozione di “fare casa” senza preoccuparti degli aspetti tecnici, legali e di coordinamento.

 


Vuoi un preventivo per ristrutturare e arredare casa secondo il tuo stile personale?

Trova l’esperto IReA più vicino