Parete attrezzata in zona living: idee e soluzioni di design

Come scegliere la parete attrezzata più adatta per arredare la zona living.

La parete attrezzata è una soluzione moderna ed estremamente versatile per accogliere in poco spazio gli elementi tipici della zona giorno: televisione, libri, vinili e tutti quegli oggetti che vogliamo mettere in bella mostra o tenere a portata di mano per momenti di condivisione o relax.

Stiamo parlando di un elemento modulare, “figlio” degli spazi aperti e multifunzionali di oggi. Unendo funzionalità e design offre pressoché infinite possibilità di composizione e personalizzazione.

Come comporre la parete attrezzata per il soggiorno

Prima di tutto, occorre individuare la sua destinazione d’uso e gli aspetti funzionali a cui intendiamo dare più importanza.

Iniziamo allora col rispondere a qualche domanda. La nostra parete attrezzata dovrà accogliere la televisione? Vogliamo che la tv sia in appoggio o fissata ad un pannello? La parete conterrà oggetti? Se sì, quanti e di che tipo (libri, cristalli, impianto Hi-fi)?

In base alle esigenze, sceglieremo tra pannelli fissi o estraibili, tra ante chiuse a battenti, a ribalta o scorrevoli, e così via.

Allo stesso modo, bisogna ragionare sul mood che vogliamo dare all’ambiente: possiamo scegliere tra un look formale, con disposizioni simmetriche, o casual, accostando linee più eclettiche. La risposta cambia anche in base allo stile di arredo con cui abbiamo progettato la nostra zona living.

In generale, si può optare per una struttura composta da elementi chiusi e ante contenitive quando serve che il mobile sia a servizio della cucina, ad esempio in un piccolo open space con cucina a vista.

Una struttura a mensole, al contrario, è la soluzione migliore se la parete deve fungere prevalentemente da libreria o vetrina per l’oggettistica.

Parete attrezzata a spalla o bussolotto?

Il mercato dell’arredamento propone due macro-categorie di parete attrezzata: a spalla e a bussolotto.

La parete attrezzata a spalla, composta da uno schienale e moduli composti da ante contenitive o mensole ripiano, è la soluzione ideale per gestire la parete come libreria.

Giocando con contrasti materici e di colore, insieme al giusto bilanciamento tra pieni e vuoti, la parete attrezzata a spalla conferisce carattere e armonia all’ambiente. Ideale per sfruttare lo spazio integralmente e dare un tocco di stile classico al soggiorno contemporaneo, grazie al design semplice ma raffinato al tempo stesso.

La parete attrezzata a bussolotto è formata da elementi singoli, detti appunto bussolotti, di dimensioni diverse, poggiati a terra o sospesi; accostanti tra loro con intervalli bilanciati danno vita a composizioni dinamiche e moderne. Una soluzione bella da vedere e flessibile dal punto di vista pratico, che si adatta bene in ambienti di ogni dimensione.

La parete attrezzata può avere uno stile classico oppure più marcatamente contemporaneo, con una struttura modulare libera e dalle linee minimal. L’importante è che i suoi elementi si integrino con la parete, diventando un tutt’uno.

Il soggiorno arredato in stile tradizionale predilige composizioni simmetriche gestite con la boiserie.

L’arredamento contemporaneo, che per definizione ha un approccio versatile ed essenziale, presenta maggiori soluzioni di colori e finiture – molto in voga quelle laccate con inserti in essenza – che restituiscono un look più giovane e innovativo.

Capitolo materiali. Gli ultimi trend di arredo ci presentano pareti attrezzate leggere e resistenti in acciaio, alluminio e vetro temperato, con trattamenti antigraffio sempre più resistenti anche in presenza di laccature. Senza dimenticare l’intramontabile legno massello, soprattutto per mensole e ripiani.

La parete attrezzata riassume il modo di concepire gli spazi domestici e, per questo, va progettata secondo le nostre abitudini.

 


Cerchi un progetto di design per arredare la zona living?

Trova il negozio IR&A più vicino a te