Home staging, come rendere più bella una casa vacanze per affittarla prima (e meglio)

Consigli di design e arredamento per preparare una casa per l'affitto o la vendita.

Questo articolo può essere letto come una piccola guida di marketing immobiliare o come un insieme di consigli per fare home staging. Non importa. Nell’uno e nell’altro caso si faranno due scoperte eccezionali: la prima è che è possibile cambiare aspetto ad un immobile anche senza spendere un capitale e la seconda è che con un buon relook la casa si affitta (o si vende) più velocemente. 

E poi c’è ancora una terza scoperta, segretissima, questa: l’investimento in home staging viene ripagato quasi subito.

Home staging: cos’è e come funziona

Home staging, letteralmente, significa “messa in scena della casa”. È una tecnica di marketing immobiliare che ha l’obiettivo di rendere una casa più bella e appetibile ai potenziali acquirenti o affittuari, valorizzandola con arredi e complementi capaci di evidenziare i suoi punti forti, per poi piazzarla al miglior prezzo nel minor tempo possibile.

Negli Stati Uniti, dove è nata e si è diffusa, la tecnica dell’home staging è adoperata per gli immobili in vendita: gli interventi sono solo temporanei, giusto il tempo di allestire il “set” con arredi e complementi e scattare le foto per gli annunci che saranno pubblicati su internet.

In Italia, invece, sta prendendo campo soprattutto nella microricettività, nel mercato delle case in affitto per le vacanze. Più che di home staging, quindi, sarebbe forse più corretto parlare di relook, perché gli interventi sono finalizzati non tanto a produrre foto e materiale promozionale, quanto a migliorare il look della casa in modo definitivo. L’obiettivo finale, ad ogni modo, è sempre lo stesso: ottenere il massimo risultato con il minimo esborso

Le dinamiche del mercato degli ultimi anni – con l’offerta che ha superato la domanda, spingendo i prezzi verso il basso – hanno intensificato l’esigenza di far spiccare una proposta immobiliare tra tante simili, per evitare che l’immobile resti sul mercato per molti mesi prima di trovare un compratore o affittuario (che significherebbe capitale immobilizzato, IMU, bollette, e via dicendo). 

Relook per affitti: piccoli interventi, grandi risultati

Con una presentazione degli ambienti più studiata e accurata, il turista è più invogliato a prenotare e la casa si affitta più velocemente, ad un prezzo non troppo inferiore a quello proposto. Ecco che l’investimento in home relooking è subito ripagato.

“Non c’è mai una seconda occasione
per fare una buona prima impressione”

– Oscar Wilde

Per questo esistono i professionisti del relooking: cambiano la disposizione dei mobili, danno un tocco del giusto colore, curano l’illuminazione e scelgono i complementi più adatti. Il resto lo faranno le belle foto scattate per gli annunci su Booking, Airbnb e altri siti.

Come arredare una casa in affitto spendendo poco

Chiamalo home staging “all’italiana”, se vuoi, o semplice relook: in entrambi i casi, come per ogni buona mossa di marketing, bisogna definire con precisione il target da ‘colpire’. La casa in affitto va caratterizzata in base al potenziale cliente. 

Facciamo un paio di esempi. Se la casa vacanza è in una località frequentata prevalentemente da famiglie, è bene optare per un arredamento classico, con un mood caldo ed elegante; se siamo nel centro di una metropoli e la casa è richiesta da professionisti, si adatta bene un arredamento minimal o natural. Il mood nordico, fresco e pulito, è preferito da un target più giovane.

I consigli pratici di Io Ristrutturo e Arredo

Esistono poi alcune cose da fare sempre prima di mettere la casa in affitto.

Togli più che puoi

Decluttering, aka pulizia e riordino: alleggerisci le stanze di tutto il superfluo, compresi mobili vecchi e altri arredi ingombranti e poco funzionali. Cerca di eliminare cose personali come foto di famiglia, trofei e tutti quegli oggetti che danno all’ambiente un’atmosfera polverosa e troppo vissuta. Le stanze devono essere leggere e ariose, come quelle che si vedono nelle riviste di arredamento. Troppi ingombri fanno sembrare la casa più piccola.

Colora gli ambienti

Puoi tinteggiare le pareti o rivestirle con una carta da parati bella ed economica. Su una o due pareti puoi giocare con i colori – molto alla moda il color ottanio e color mattone – o magari rivestirne una in effetto legno.

Scegli pavimenti pratici

Per fare home staging occorre sicuramente lavorare sui pavimenti. Ideali per le case in affitto sono i pavimenti Flex di Skema in legno: vanno in sovrapposizione e non richiedono lunghi e costosi interventi in muratura. Sono flessibili, resistenti, idrorepellenti e a bassa manutenzione. Una soluzione moderna e attraente.

Sistema infissi e rubinetterie

…soprattutto se vecchi e difettosi. Particolare attenzione ai rubinetti del bagno.

Accendi la luce!

La prima cosa da fare è uniformare le lampadine in tutte le stanze, preferendo quelle a luce calda. Creano un mood accogliente e piacevole.

Tessuto, tanto tessuto

Tende, cuscini, divani, tovaglie, copriletti. Devono essere tutti coordinati. Costano poco e aiutano ad abbellire gli ambienti. 

Il consiglio è sempre di scegliere materiali di grande effetto con un investimento contenuto.

Nessun miracolo, ma la prima impressione conta

Sempre più viaggiatori – siano turisti o professionisti – cercano alloggio su Booking o Airbnb, preferendolo alla tradizionale sistemazione in albergo. Per i proprietari questo fenomeno rappresenta un’ottima occasione di guadagno, anche perché gli affitti brevi comportano rischi di insolvenza minori e garantiscono maggiore flessibilità rispetto a quelli di lungo periodo.

Se fino a qualche anno fa la seconda casa era il deposito di mobili di recupero e altri oggetti impresentabili, oggi più che mai è importante sfruttarla come fonte di reddito. Basta un investimento contenuto e qualche buona idea per ribaltare la situazione, lavorando su luce, stile, comfort, funzionalità e stimoli.

La ricerca su internet di una casa da affittare passa attraverso le foto, che devono colpire di primo acchito. Se per l’acquisto entrano in campo molti più fattori e il tempo di decisione è più lungo, per l’affitto è fondamentale il colpo d’occhio.

Home staging e home relooking sono un servizi che danno ottimi risultati anche per gli immobili in provincia, non soltanto per quelli con vista sul Colosseo o sui flutti della costiera amalfitana. Anzi, è proprio in provincia, dove le case restano vuote per mesi, che l’investimento in home relooking riesce a valorizzare l’immobile facendolo spiccare su tutti gli altri. 


Vuoi un preventivo per preparare la tua casa all’affitto?

Trova il negozio IR&A più vicino a te