Come ristrutturare e arredare la casa al mare per viverla tutto l’anno con ogni comfort

Ristrutturare e arredare casa al mare
Home Magazine Consigli Come ristrutturare e arredare la casa al mare per viverla tutto l’anno con ogni comfort

Una serie di consigli pratici su come ristrutturare e arredare la casa al mare per avere ambienti funzionali e comodi dove trascorrere periodi più lunghi delle vacanze estive.


Non solo per staccare la spina e trascorrere l’estate, ma anche per vivere e lavorare stabilmente: la seconda casa, quelle delle vacanze al mare, sta diventando sempre più come la prima, complice soprattutto la pandemia da Covid-19 che ha costretto molte persone allo smart working e a nuove abitudini di convivenza

Ristrutturare e arredare la casa al mare, quindi, è indispensabile per ridefinire gli spazi domestici e renderli più funzionali alle nuove esigenze abitative. Se hai intenzione di progettare un restyling della casa al mare, inoltre, puoi usufruire anche del bonus ristrutturazione seconda casa che prevede detrazioni fiscali pari al 50% e al 110%, a seconda della tipologia di intervento.

Ora ti suggeriamo come ristrutturare e arredare la casa al mare con stile, proponendo le migliori soluzioni in termini di distribuzione degli spazi, materiali, colori e complementi d’arredo.

Ristrutturare casa al mare

Come progettare gli spazi

In genere, la cucina di una casa al mare viene utilizzata come ambiente di servizio, dove preparare pasti veloci da consumare fuori al terrazzo. Con l’arrivo dei mesi più freddi, però, questa disposizione non è più adeguata: è quindi necessario rendere la cucina della casa al mare il fulcro dell’intera abitazione. Una buona idea è quella di progettare un open space che comprenda l’ambiente cucina e soggiorno, per cucinare e mangiare con comodità in ogni periodo dell’anno.

L’ambiente aperto e luminoso di un open space è perfetto anche per ricavare uno spazio dedicato allo smart working. Con questa soluzione eviti di creare ulteriori ingombri nella zona notte e hai a disposizione uno spazio per lavorare da casa in modo flessibile. Puoi scegliere una libreria bifacciale oppure pannelli fonoassorbenti, come quelli presentati al Salone del Mobile 2021, per ottenere un piccolo ambiente da destinare ad ufficio. Se non hai spazio a sufficienza, invece, puoi installare un piano a muro sospeso dove appoggiare il notebook, una lampada e altri strumenti utili per il lavoro.

Infine, se il soffitto è molto alto e le camere da letto della casa al mare non bastano più perché la famiglia si è allargata o sono subentrate nuove necessità, puoi considerare la progettazione di un soppalco. Prima, però, rivolgiti agli uffici preposti per conoscere i regolamenti e i permessi edilizi (può esserti d’aiuto la nostra guida su normative e requisiti tecnici per realizzare un soppalco). Questo spazio si rivela molto utile quando devi ospitare amici o parenti anche durante le vacanze; in alternativa, puoi adibire il soppalco a zona relax arredandolo con una poltroncina e una tv per regalarti momenti di svago e di riposo dopo una giornata di lavoro stressante.

Per avere il massimo della funzionalità senza rinunciare all’estetica, conviene progettare gli spazi in funzione degli arredi. Seguendo questo metodo, è più facile stabilire il corretto posizionamento degli impianti per l’acqua, l’elettricità e il gas ottenendo un elevato livello di personalizzazione in termini di comfort e stile d’arredamento.

Per esempio, se al momento di ristrutturare casa al mare hai deciso di installare climatizzatori a pompa di calore sfruttando il bonus mobili 2021, la progettazione degli ambienti a partire dall’arredamento permette di stabilire la posizione ottimale delle unità esterne e interne del dispositivo per non sacrificare spazi abitabili ed elementi d’arredo che donino alla casa lo stile che desideri.

Come arredare la casa al mare: pavimenti, materiali e colori

Il pavimento della casa al mare deve essere resistente alle abrasioni e all’umidità, oltre che idrorepellente e facile da pulire. Se desideri un pavimento effetto marmo nel bagno e nella cucina della casa al mare, la scelta non può che ricadere sulla collezione Dreaming di Lea Ceramiche, un gres porcellanato a tutta massa idrorepellente, sintesi perfetta di raffinatezza e avanguardia. 

In alternativa, per il pavimento della casa al mare puoi optare per il K-Uno Hydro di Skema, un laminato effetto legno dall’effetto estremamente realistico e con idro-protezione garantita per 24 ore. Se invece al momento di ristrutturare il bagno della casa al mare decidi per una soluzione dallo stile più moderno, considera un pavimento sintetico SPC idrorepellente. Si tratta di pavimenti in dimensione parquet o piastrella disponibili in effetto legno, pietra o marmo, resistenti all’acqua e facili da pulire.

Ristrutturare il bagno della casa al mare è anche un’ottima occasione per cambiarne il look. Se vuoi amplificare la percezione dello spazio, puoi optare per una pavimentazione continua in legno di teak: una sua porzione può essere utilizzata persino come piatto doccia, unendo stile e funzionalità. 

<< Vuoi approfondire questo argomento? Leggi l’articolo su come arredare un bagno moderno

Se per la cucina della casa al mare preferisci uno stile più classico, puoi optare per le cementine Romanza in gres porcellanato smaltato, progettate da Sartoria. Un mix di eleganza e colore disponibile in 8 stili decorativi accomunati dal colore rosso cotto unito a varie tonalità più contemporanee. Le cementine Romanza sono ideali anche per separare visivamente la cucina dalla zona living in un open space, con la possibilità di unire lo stile classico con quello più moderno dell’area soggiorno e ottenere un originale effetto mix and match.

Sia nella zona giorno sia nelle camere da letto della casa al mare conviene arredare con colori chiari, delicati e pastellosi. Le tonalità del bianco, con le sue varie sfumature, insieme al beige e l’avorio si adattano bene nell’arredamento di una casa al mare da abitare tutto l’anno. Se però vuoi scoprire soluzioni più creative, ti consigliamo di leggere la nostra guida su come abbinare i colori di pareti e arredi per cambiare look alla casa.

Consigli di manutenzione contro muffa, salmastro e salsedine

Se la casa al mare non è abitata per diversi mesi, potrebbe crearsi della muffa che, oltre a danneggiare le pareti degli interni, rende l’aria insalubre. Altri danni possono essere causati dal salmastro, che tende a corrodere facciate, serramenti in legno, cancelli e mobili da esterno. Anche la salsedine è un problema poiché rovina infissi, balaustre e ringhiere in ferro (per questi elementi sono consigliati materiali in PVC o alluminio, più resistenti e duraturi).

Ristrutturare e arredare la casa al mare è l’occasione giusta per liberarsi di muffa, salmastro e salsedine. Con un servizio di ristrutturazione specializzato, è possibile eliminare questi cattivi ospiti e prevenire la loro formazione con tecniche e materiali specifici per gli intonaci, le pitture murali e gli elementi architettonici.

Come scegliere le mini piscine da terrazzo per portare mare e vacanze a casa!

L’arredamento outdoor per la casa al mare

Il lockdown ci ha ricordato quanto sia bello e rilassante trascorrere del tempo all’aria aperta. Nell’arredare la casa al mare, che hai deciso di abitare per un periodo prolungato, puoi dedicare particolare attenzione al giardino, al terrazzo o ai balconi per trasformarli in salottini esterni dove condividere momenti di convivialità o lavorare immergendoti un’atmosfera più tranquilla. 

L’ideale è arredare questo spazio con tavolo e sedie in legno o in ferro battuto, oppure con divani o poltroncine in rattan o vimini, materiali di tendenza e resistenti alle intemperie. Se lo spazio lo consente, puoi creare anche una zona relax con amache, dondoli, lettini o sdraio per riposarti o goderti ogni giornata di sole, anche nei periodi più freddi.

Nella scelta dei pavimenti per esterni della casa al mare, considera quelli più resistenti alle abrasioni. Puoi optare tra gres, ceramica, cotto, cemento e legno: la scelta dipende dallo stile dell’abitazione, dai tuoi gusti e dal budget che hai a disposizione. La ceramica ingeliva, per esempio, resiste meglio agli sbalzi termici, mentre il gres porcellanato, dal design elegante e naturale, conserva i suoi colori nel tempo nonostante l’azione usurante degli agenti atmosferici.

Come allestire un arredamento outdoor di design.

Ristrutturare la casa al mare e arredarla con stile: la qualità di Io Ristrutturo e Arredo

Se in passato la seconda casa era più trascurata perché vissuta solo nel periodo di vacanza, oggi merita invece maggiore attenzione. La casa al mare diventa un rifugio lontano dal caos delle grandi città, un luogo dove vivere tranquilli e lavorare con flessibilità e concentrazione. Caratteristiche che la rendono addirittura preferibile alla prima casa, per questo è importante realizzarla a misura d’uomo, con spazi multifunzionali e tutti i comfort necessari. 

Il network di Io Ristrutturo e Arredo, con 90 negozi in tutta Italia, offre un servizio di ristrutturazione e arredamento chiavi in mano con la progettazione coordinata degli aspetti tecnici ed estetici. A partire dai dettagli dell’arredamento, i professionisti del network progettano la ristrutturazione della casa per collocare gli impianti in modo strategico e ottenere la giusta distribuzione degli spazi che ospiteranno gli elementi d’arredo che preferisci. Questa filosofia ti consente di personalizzare al massimo la tua casa, secondo il tuo stile di vita e senza fare rinunce.

Inoltre, tutti gli interventi di ristrutturazione e arredamento sono gestiti da un unico referente in grado di fornirti tutte le informazioni relative agli incentivi a cui hai diritto. Una consulenza a 360° che ascolta ogni tua richiesta, con un solo ed unico obiettivo: realizzare la casa in linea con le tue aspettative e con materiali certificati, lasciandoti vivere a pieno l’esperienza di “fare casa” senza stress.

Vuoi un progetto su misura per ristrutturare e arredare la casa al mare?

Trova l’esperto IREA più vicino a te