Come arredare l’ingresso di casa per renderlo funzionale e accogliente

Home Magazine Progettare Come arredare l’ingresso di casa per renderlo funzionale e accogliente

Come valorizzare l’ingresso di casa in base alle sue dimensioni e alla sua collocazione nell’appartamento, per ottimizzare al massimo gli spazi e renderlo confortevole.


Pensare a come arredare l’ingresso di casa è un aspetto fondamentale se consideriamo che questo è il primo ambiente in cui mettiamo piede quando rientriamo dopo una giornata stressante. È l’ambiente che accoglie i nostri ospiti e che fornisce loro i primi indizi sulla nostra personalità e le nostre abitudini abitative. 

Per questo l’ingresso di casa deve essere comodo, funzionale e accogliente. 

In questo articolo puoi trovare consigli e soluzioni su come organizzare l’ingresso di casa, anche in base allo spazio disponibile e alla sua collocazione nell’appartamento.

Indice dei contenuti:

Come valorizzare l’ingresso di casa: alcuni consigli sempre validi

Esistono diversi elementi da considerare per arredare l’ingresso di casa in modo funzionale e accogliente. Dall’illuminazione agli elementi decorativi, se scelti e allestiti con cura, donano all’ingresso originalità e carattere. Di seguito illustriamo gli oggetti e le decorazioni che non possono mancare nell’arredamento di un ingresso.

L’importanza della luce

Se l’ingresso non è illuminato grazie alla luce naturale, è opportuno utilizzare un lampadario o una plafoniera. Un ingresso poco o male illuminato rende l’ambiente buio e opprimente. 

L’ideale è quindi progettare un’illuminazione dall’alto che non interferisca con l’apertura della porta e che sia in grado di rischiarare l’ambiente in modo equilibrato.

Spazio alla comodità

Quando si rientra a casa, il primo desiderio è quello di liberarsi di alcuni oggetti per poter iniziare finalmente a rilassarsi. In quest’ottica, quando si pensa a come arredare l’ingresso di casa, bisogna considerare anche l’allestimento di alcuni elementi indispensabili, che possano aiutarci subito ad abbracciare il comfort della propria abitazione.

Che sia una mensola, un comodino o una consolle, è sicuramente utile avere all’ingresso un mobile dove poter appoggiare le chiavi di casa e altri oggetti personali. Ancora meglio se questo tipo di mobile possiede un cassetto all’interno del quale sia possibile depositare le chiavi di riserva, una torcia d’emergenza, un blocco note, delle penne o qualsiasi altro oggetto si ritenga utile.

Un ingresso pratico è certamente dotato di un appendiabiti che consenta agli inquilini e agli ospiti di casa di depositare cappotti e giacche per sentirsi subito a proprio agio. In alternativa all’appendiabiti, se lo spazio lo consente, è possibile utilizzare una cappottiera che consente di nascondere alla vista indumenti e borse aggiungendo un tocco di stile all’arredamento della casa.

Come arredare un ingresso in base allo spazio a disposizione con mensole, comodini, appendiabiti o cappottiera.

Anche un portaombrelli può rivelarsi una valida scelta pratica ed estetica per l’arredamento di un ingresso. Il consiglio è quello di acquistarne uno con materiali e colori  in linea con lo stile della casa, posizionandolo all’esterno per evitare che gli ombrelli bagnati rovinino il pavimento interno dell’abitazione.

Infine, uno specchio fa sempre comodo a chi vuole dare un’occhiata al proprio look prima di uscire di casa. Inoltre, grazie alla riflessione della luce, lo specchio consente di amplificare la percezione dello spazio e quindi risulta vantaggioso negli ingressi che si aprono in spazi più ristretti.

Anche l’estetica vuole la sua parte

Quando si tratta di come arredare un ingresso non bisogna rinunciare all’aspetto estetico. Le possibilità per arredare con stile e gusto l’ingresso della propria casa sono diverse. Il primo spunto è quello di attingere dal mondo dell’arte, con quadri e sculture che donino alla casa un tocco di autenticità e finezza. 

Per dare all’ambiente un’impronta più personale, invece, è possibile incorniciare fotografie di famiglia, viaggi e ricordi da appendere sulle pareti o collocare sul comodino o sulla mensola dell’ingresso.

Anche le piante e i fiori rendono l’ingresso di casa ancora più accogliente. I colori, le forme e i profumi delle piante e dei fiori, infatti, avvolgono gli ospiti un un caloroso benvenuto attraverso un’esperienza che coinvolge più sensi.

Come arredare un ingresso con fotografie, quadri, piante e fiori.

Abbiamo fornito dei consigli generali su come arredare un ingresso, ora proponiamo alcune soluzioni per casi più specifici.

Come arredare un ingresso piccolo

Quando l’ingresso è piccolo, ad esempio quando si apre su un corridoio, la scelta dei mobili per l’arredamento deve essere essenziale e accurata.

Ci si può limitare quindi a una piccola consolle svuota tasche e a uno specchio per aggiungere profondità allo spazio; in un ambiente stretto e lungo, invece, conviene ricorrere a una mensola a muro per ridurre gli ingombri. 

All’ingresso di un monolocale, ad esempio, si può utilizzare una consolle trasformabile, ovvero una consolle che da semplice piano d’appoggio per oggetti può diventare un tavolino vero e proprio, soluzione perfetta per chi desidera invitare ospiti.

Se non si vuole fare a meno di un appendiabiti per cappotti, sciarpe, cappelli e borse è possibile installare in modo ordinato dei chiodi o degli appendini da abbinare con i colori della parete.

Persino lo spazio dietro la porta, seppur minimo, può essere sfruttato per allestire una scarpiera slim. Si tratta di una pratica scarpiera poco profonda, progettata appositamente per occupare piccoli spazi e allo stesso tempo contenere una quantità considerevole di scarpe. La soluzione ideale per chi desidera evitare di entrare in casa con le scarpe e preferisce utilizzare ciabatte, pantofole o pattine.

Come arredare un ingresso su open space

Nelle case caratterizzate da open space bisogna ritagliare uno spazio per l’ingresso attraverso dei piccoli accorgimenti. Le soluzioni più semplici consistono nella creazione di una quinta divisoria con pareti in cartongesso, nella collocazione di una libreria bifacciale o nell’allestimento di una mensola, di uno specchio e di ganci appendiabiti nelle vicinanze della porta.

Se si desidera puntare in particolar modo sullo stile, è possibile ricorrere a un appendiabiti da terra, parete o soffitto dove poter riporre cappotti, giacche, cappelli e sciarpe: si tratta di un semplice accessorio che occupa poco spazio, ma che allo stesso tempo garantisce comfort e praticità. In alternativa, si può utilizzare una cappottiera freestanding che, oltre a svolgere la funzione di appendiabiti, può essere sfruttata anche come separé.

Altra idea utile su come arredare l’ingresso di casa con un elemento decorativo e funzionale è il tappeto, che crea visivamente una zona ben definita. Un tappeto con i colori abbinati al resto dell’arredamento e con tessitura piatta permette inoltre di rendere l’ambiente più accogliente. Non è da sottovalutare nemmeno la possibilità di intrappolare la polvere che entra attraverso la porta o che viene trasportata involontariamente dall’esterno quando si rientra a casa.

Come arredare un ingresso su living

Nelle abitazioni moderne l’ingresso accede direttamente nella zona giorno. In questo caso l’ingresso non è delimitato dalle pareti divisorie delle altre stanze né da un corridoio: quali sono quindi le migliori soluzioni e idee su come arredare l’ingresso, in questo caso?

È opportuno ritagliarsi uno spazio a ridosso della porta di ingresso, meglio ancora se è possibile sfruttare un angolo della stanza. In questo modo è più semplice allestire una consolle, un comodino, delle mensole o un appendiabiti a pannello che svolgono anche la funzione di mini guardaroba, con specchio incluso.

Come arredare un ingresso su living ritagliando uno spazio da allestire con mensole, consolle, appendiabiti a pannello o mini guardaroba.

Una seconda soluzione prevede la disposizione di un mobile o di un pannello divisorio che possa separare la zona ingresso da quella del soggiorno. Per esempio, una libreria bifacciale ben si presta alla separazione degli spazi, svolgendo anche una funzione d’arredo, elegante ed altamente personalizzabile. In alternativa alla libreria, se si dispone di abbastanza spazio, è possibile collocare vicino l’ingresso un armadio bifacciale per creare separazione e offrire la possibilità di depositare scarpe, abiti, cappotti, giacche e borse.

Se invece vicino all’ingresso è presente una parete attrezzata per tv o un qualsiasi altro tipo di mobile, si può sfruttare una parte della struttura come piano d’appoggio per chiavi, borse, cellulari e altri oggetti. Oppure si può progettare un prolungamento della parete attrezzata per integrare una consolle da ingresso dotata di cassetti e abbinata a uno specchio. L’importante è assecondare l’arredo della casa, senza esagerare con decorazioni e abbellimenti, in modo che tutti i mobili risultino in linea con lo stile di arredamento.

Come arredare un ingresso su cucina

Un ingresso con accesso diretto in cucina può risultare invasivo ed esteticamente poco gradevole, ma è possibile rimediare grazie ad alcune soluzioni. L’idea più semplice è quella di collocare dietro la porta di ingresso un mobile basso o un piccolo tavolino che possa fungere da svuota tasche, a seconda dello spazio che si ha a disposizione.

In particolare, quando si tratta di una casa di piccole o medie dimensioni, la parete attrezzata con fuochi, lavandino e credenze può essere nascosta attraverso un pannello divisorio o un separé, facile da aprire e richiudere, da collocare dove è più necessario senza alcuna difficoltà. Con il separé si ottiene un piccolo disimpegno che è possibile decorare con un tappeto, dei quadri o delle fotografie alle pareti, un appendiabiti e delle mensole minimaliste.

Come arredare un ingresso su cucina con un pannello divisorio o un separé per nascondere la parete attrezzata con fuochi, lavandino e credenze.

Anche qui è possibile arredare l’ingresso con una libreria aperta su entrambi i lati, che sia bassa o a tutta altezza non fa differenza: l’importante è avere a disposizione un ripiano su cui appoggiare chiavi, borselli e oggetti per liberare le proprie tasche. Inoltre, nel caso di una libreria a tutta altezza, le aperture permettono di mantenere fluida la comunicazione tra gli ambienti e di far passare abbastanza luce per illuminare l’ambiente.

Un’ulteriore soluzione è creare un elemento di separazione con una parete in cartongesso dotata di un’apertura ad arco che affaccia sulla cucina: con questa configurazione, infatti, si ottiene un davanzale dove poter lasciare chiavi, portafogli e altri piccoli oggetti. Questa soluzione, oltre ad essere funzionale, è esteticamente piacevole e si adatta sia a una casa in stile industrial chic o contemporaneo sia ad un’abitazione dal carattere più classico.

Come arredare un ingresso con scala

Se nelle vicinanze dell’ingresso della propria casa è presente un scala che occupa molto spazio, niente panico: esistono delle soluzioni pratiche anche per questi casi. Non è raro trovare nei monolocali e nei piccoli loft un ingresso sotto il soppalco. Lo spazio al di sotto del soppalco può essere sfruttato installando un guardaroba o un mobile dotato di cassetti dove riporre oggetti, borse e indumenti.

Una soluzione specifica su come arredare l’ingresso quando questo  è situato proprio sotto la scala, invece, è una parete attrezzata in base allo spazio a disposizione. Mobili a muro e mensole rappresentano la soluzione più pratica, ma se le dimensioni lo permettono, si può optare anche per una scarpiera e una poltroncina o un pouf che consenta di togliere o indossare comodamente le scarpe quando si rientra a casa o quando è il momento di uscire.

Come arredare un ingresso con scala sfruttando lo spazio a disposizione: mobili a muro, mensole o guardaroba situato sotto il soppalco.

Come arredare l’ingresso di casa senza commettere errori

Quando si decide di ristrutturare e/o riprogettare l’arredamento di casa, l’ideale è chiedere il parere di esperti che sappiano comprendere le esigenze abitative dei clienti e fornire soluzioni adeguate. 

La scelta migliore è richiedere un servizio di ristrutturazione chiavi in mano che includa anche l’arredamento dell’abitazione: in questo modo gli esperti, con la loro competenza e professionalità, propongono soluzioni funzionali e adatte al proprio stile di vita.

Che si tratti di ristrutturare solo l’ingresso o l’intero appartamento, i professionisti di Io Ristrutturo e Arredo offrono una soluzione all inclusive che tiene conto anche della costruzione degli impianti e dell’arredamento per realizzare la casa dei propri sogni. 

Un unico referente gestisce le pratiche documentali e coordina i lavori dei cantieri per consentire ai clienti di vivere l’esperienza di “fare casa” senza stress e con assoluta comodità!


Vuoi ristrutturare o arredare l’ingresso di casa?

Trova l’esperto IReA più vicino