Finiture interne: cosa sono e perché conviene progettarle insieme agli arredi

finiture interne
Home Magazine Progettare Finiture interne: cosa sono e perché conviene progettarle insieme agli arredi

I materiali principali per le finiture interne e i vantaggi della realizzazione di un progetto abitativo che tiene conto dei rivestimenti a partire dalla proposta di arredo.


Le finiture interne di una casa sono importanti sotto due punti di vista. Rendono piacevoli, accoglienti e personali gli ambienti di casa e allo stesso tempo ne garantiscono l’accessibilità e la fruibilità.

Le finiture di una casa, quindi, hanno un ruolo fondamentale nella creazione di atmosfere e stili che rispecchino i gusti di chi ci abita. Ma la scelta delle finiture interne più adatte, dagli intonaci ai pavimenti, non si può improvvisare: esistono aspetti pratici legati ai materiali e alle loro funzioni che solo i professionisti del settore conoscono bene.

In quest’articolo spieghiamo cosa sono le finiture interne, quali sono i materiali utilizzati e perché è fondamentale progettarle insieme all’arredamento grazie alle competenze di interior designer esperti.

Cosa sono le finiture di una casa

Con finiture di interni si intende l’insieme degli interventi che completano la struttura rustica di un edificio rendendolo pronto all’utilizzo. I lavori relativi alle finiture di una casa riguardano:

  • intonaci;
  • infissi di porte e finestre;
  • rivestimenti murari;
  • pavimenti.

Gli elementi da considerare per la scelta delle finiture di una casa sono diversi, alcuni più estetici e altri più pratici come l’impatto sensoriale dei materiali, il colore, la lucidità e l’opacità dei supporti.

Più nello specifico, occorre prestare attenzione al colore in base alla funzione della stanza, alla facilità con cui ci si muove su quella superficie, alla resistenza all’umidità, all’acqua e all’abrasione; alla facilità di pulizia, alle qualità acustiche, alla facilità di posa e così via.

Come arredare casa in stile industrial chic.

I materiali di finitura e le soluzioni per pareti, pavimenti e infissi

I materiali per le finiture interne sono diversi e presentano specifiche proprietà che contribuiscono a caratterizzare lo stile dell’arredamento domestico. Vediamo quali sono i materiali più utilizzati e le principali soluzioni di finitura per interni.

I rivestimenti per le pareti e il pavimento

I rivestimenti in vinile o gomma si adattano a tutti gli ambienti della casa. Hanno un grande impatto estetico, sono economici, facili da pulire, resistenti nel tempo e riciclabili al 100%. Sono materiali che offrono allo stesso tempo versatilità ed eleganza: infatti, l’ampia gamma di modelli disponibili consente di scegliere i colori e le texture più adatti per i pavimenti e le pareti della casa, con la possibilità di ricreare l’effetto legno, marmo o gres porcellanato.

I rivestimenti in pietra naturale sono tra i più affascinanti, la soluzione ideale per chi desidera ambienti ricercati ed eleganti con uno stile tradizionale ed ecologico. La pietra è un materiale molto resistente, non teme l’umidità e le muffe, per questo è spesso utilizzata per la pavimentazione. Inoltre, nel caso di finiture per pareti interne, la pietra aiuta a mantenere un clima ideale in casa, sia in estate sia in inverno.

In alternativa, è possibile utilizzare finiture per pareti e pavimenti in marmo e granito, che si presentano di colore uniforme o con venature particolari: le texture e le tonalità sono numerose e permettono di creare stili di arredamenti raffinati e originali.

Anche i rivestimenti in legno si adattano a qualsiasi ambiente della casa, persino nelle stanze più umide, se trattati in modo adeguato. Sono disponibili sotto forma di tavole, fogli o lastre di parquet, e offrono un ampio ventaglio di scelta grazie alle diverse tipologie di legno che possiedono caratteristiche peculiari (venature, colori, ruvidezza, eccetera). Il legno richiede particolare attenzione per la manutenzione, ma è facile da pulire e aggiunge tocco di modernità, eleganza e calore alla casa.

>> Scopri di più sui rivestimenti in legno per pareti interne della casa!

I rivestimenti in ceramica, invece, sono costituiti da piastrelle che possono differenziarsi per forma, colore e decorazioni. Si adattano a tutti gli ambienti, ma vengono utilizzati spesso per quelli più umidi come il bagno. Sono caratterizzati da elevata durezza e resistenza all’usura e sono disponibili in diverse tipologie, tra cui:

  • grès porcellanato, con porosità quasi nulla, basso grado di assorbimento dell’acqua, toni naturali e superficie che può essere decorata con leggeri rilievi;
  • grès laminato, con spessore ridotto e adatto a rivestire non solo pavimenti, ma anche arredi, piani, ante di cucina e mobili da bagno;
  • terracotta, con pianelle che possono variare nella forma e nel colore (dal giallo al rosso), dall’alta stabilità e leggerezza, resistente al tempo e all’usura, ideale per un arredamento in stile rustico;
  • maiolica, con decorazioni colorate e fantasie variegate, si abbina facilmente a diversi stili di arredamento donando agli ambienti personalità e carattere.

Le pitture murarie

Oltre alle classiche verniciature monocromatiche, esistono finiture per le pareti interne che rendono gli ambienti di casa originali e suggestivi. Lo stucco veneziano, per esempio, è una tecnica di decorazione con un leggero effetto rilievo che rende le pareti lisce, lucide e gradevoli al tatto grazie a una texture materica ottenuta tramite miscelazione di grassello di calce e polvere di marmo.

Per un effetto lucido, satinato oppure opaco, le vernici a smalto sono la migliore opzione: possiedono proprietà antigraffio, resistono all’usura e assicurano la massima lavabilità. Ma uno degli ultimi trend per le finiture interne è il ritorno alla natura attraverso la pittura materica, con trattamenti specifici che rendono le pareti ruvide e disuniformi.

Altre finiture per pareti che giocano sulla sensorialità sono quelle decorative, caratterizzate dalla forte espressività e utilizzate soprattutto negli ambienti in cui si desidera far percepire sontuosità e pregevolezza. La loro peculiarità è la tridimensionalità degli elementi cui si ispirano, come tessuti pregiati, pietra o metallo, per restituire sensazioni di morbidezza o sabbiosità al tatto.

Le finiture per infissi, porte e finestre

Anche le finiture di porte e finestre arricchiscono di dettagli l’arredamento di casa in base allo stile più gradito. Gli infissi in legno possono essere semplicemente verniciati oppure valorizzati esaltando le venature del rovere, del ciliegio o del castagno attraverso la spazzolatura o il decapaggio. Per le porte in legno, nello specifico, è possibile ricorrere anche a: 

  • incisioni praticate sul battente;
  • inserzioni in metallo o in vetro;
  • intagli;
  • rivestimenti in pelle o tessuto.
Finiture porta

Anche gli infissi in alluminio possono essere verniciati per ottenere un effetto opaco, lucido o semilucido. La colorazione può avvenire anche per ossidazione, con cui è possibile ottenere l’effetto titanio, che a sua volta può essere opaco, spazzolato, chimico o lucido.

Invece, gli infissi in acciaio inox, dal colore caratteristico, possono avere un effetto spazzolato o un effetto specchio. Rimanendo nell’ambito dei metalli, è possibile scegliere anche altre leghe, come l’ottone brunito, l’ottone naturale o l’acciaio corten, resistente alla corrosione e che grazie al processo di ossidazione genera sfumature uniche.

Infissi in alluminio taglio termico e vetri 4 stagioni.

I vantaggi di un progetto coordinato

La giusta scelta delle finiture interne contribuisce alla definizione dello stile e del carattere della casa. Ma, come accennato all’inizio, le finiture interne di una casa hanno anche il compito di migliorarne la funzionalità. Nell’ambito di un progetto di ristrutturazione o di relook, è quindi fondamentale riuscire a coniugare l’aspetto estetico con quello tecnico, in modo da realizzare un’abitazione che rispecchi i gusti e le esigenze del cliente.

L’approccio migliore è ristrutturare e arredare insieme attraverso un progetto coordinato. Questo significa partire dalla scelta dei materiali di finitura e dagli arredi per arrivare alla distribuzione degli spazi e al posizionamento degli impianti, evitando ritardi nei lavori, errori nelle composizioni e rincari del budget preventivato. 

Il risultato finale è una casa realizzata secondo le aspettative del cliente, bella e comoda, dove ogni elemento è al posto giusto.

Come abbellire casa per renderla più calda e accogliente

La soluzione chiavi in mano di Io Ristrutturo e Arredo per “fare casa” senza stress

Quando si decide di ristrutturare casa, non bisogna sottovalutare la scelta delle finiture interne: si tratta di dare importanza ai dettagli, dal corretto utilizzo dei materiali alla messa in posa, con un lavoro meticoloso che necessita dell’esperienza di professionisti.

Affidare la ristrutturazione di casa a Io Ristrutturo e Arredo, network presente in tutta Italia con 90 negozi, significa poter contare su interior designer attenti alle richieste dei clienti e in grado di elaborare un progetto coordinato completo. In ogni negozio è presente una materioteca dove è possibile vedere da vicino materiali made in Italy ed elementi d’arredo per valutare diversi accostamenti di texture e colori.

Inoltre, il servizio di ristrutturazione e arredamento offerto dal network è all inclusive; un unico referente si occupa delle documentazioni e del coordinamento dei cantieri, lasciando al cliente solo la parte creativa del “fare casa”, senza preoccupazioni. Al termine dei lavori la casa dei propri sogni è immediatamente a disposizione, già arredata e pronta per essere vissuta!

Vuoi un progetto completo per ristrutturare e arredare casa?

Trova l’esperto IREA più vicino a te