Loft con soppalco, idee e consigli per la realizzazione e l’arredamento

Loft con soppalco, come progettare e arredare un loft soppalcato.
Home Magazine Progettare Loft con soppalco, idee e consigli per la realizzazione e l’arredamento

Per progettare un loft con soppalco accogliente e funzionale è necessario considerare diversi aspetti che riguardano le normative, le caratteristiche degli spazi a disposizione e l’illuminazione.

In questa guida trovi consigli e idee su come destinare il soppalco del loft ed esaltare lo stile con l’arredamento più adeguato.

Indice dei contenuti

Come nascono i loft soppalcati

La parola “loft”, in inglese, significa “solaio, soffitto” e deriva dall’antico termine norvegese “lopt”, che vuol dire aria. Il loft oggi definisce spazi residenziali aperti e luminosi ottenuti dal recupero di strutture industriali in disuso, di solito di grandi dimensioni e quasi del tutto prive di pareti divisorie. I loft iniziano a diventare un fenomeno importante a partire dagli anni Settanta, quando artisti e stilisti di New York ne sfruttano l’ampiezza per trasformarli in spazi di lavoro e di esposizione, qualche volta anche in unità abitative.

Negli edifici in stile industriale ad uso domestico, si ricorre alla costruzione di un soppalco per ottenere il massimo spazio verticale sfruttando l’altezza degli ambienti, ma anche per ritagliarsi un angolo intimo. Oggi, invece, non è raro imbattersi in loft di dimensioni decisamente minori, dove lo spazio ridotto può comportare problemi di vivibilità. In questo caso il soppalco rappresenta una soluzione pratica perché permette di allestire una stanza aggiuntiva sfruttando la verticalità delle pareti del loft.

Idee per soppalchi moderni per abitazioni dal design contemporaneo.

Un loft con soppalco, quindi, rappresenta un’efficace soluzione salvaspazio per chiunque abbia bisogno di ricavare una stanza o un ripostiglio dallo spazio della propria casa. La sua realizzazione non è una semplice attività fai da te: è infatti importante controllare diversi aspetti tecnici e normativi per non rischiare di perdere tempo e denaro. Vediamo quali sono gli elementi da conoscere per progettare e arredare un loft con soppalco secondo lo stile più adatto alle nostre esigenze.

Quando si può realizzare un soppalco in un loft?

In Italia esistono restrizioni solo per i soppalchi abitabili, cioè per quelle strutture con profondità maggiori di 180 cm che comportano un aumento degli spazi della casa e che quindi necessitano di interventi murari.

Prima di cimentarsi nella costruzione di un soppalco per loft, quindi, è necessario rivolgersi agli uffici tecnici del proprio comune di residenza per le opportune verifiche.

Qual è l’altezza minima per costruire un soppalco abitabile?

Di solito, per i soppalchi abitabili, i Regolamenti Edilizi e Igienici Comunali prevedono un’altezza minima di 210-220 cm sopra e sotto la struttura; se il soppalco è adibito a bagno o cucina, l’altezza minima è 240 cm. Questo significa che il loft dovrà avere un’altezza minima di 440-450 cm, a volte persino 470 cm, in caso di regolamenti più rigidi.

Il loft si presta bene alla progettazione di un soppalco proprio perché, a differenza delle comuni abitazioni, è uno spazio domestico che si sviluppa verso l’alto e con ridotte pareti interne.

Cosa fare se non si soddisfano i requisiti necessari

Se al nostro loft mancano i requisiti indispensabili per costruire un soppalco abitabile, ci sono due possibilità:

  • costruire un soppalco non abitabile, ovvero una struttura di dimensioni ridotte da utilizzare come sgabuzzino o magazzino;
  • costruire un soppalco d’arredo, cioè una struttura smontabile di piccole dimensioni, in legno o metallo, che si aggiunge alla superficie della stanza (come un letto a castello).

In entrambi i casi bisogna comunque rispettare dei criteri ben precisi di robustezza e tenuta dei carichi, un lavoro che richiede l’intervento di professionisti della ristrutturazione.

Progettazione di un loft con soppalco

Prima di procedere con il progetto di un loft con soppalco, bisogna considerare le caratteristiche dello spazio dove stiamo andando ad operare. Come accennato prima, gli elementi distintivi di questa struttura sono l’open space e la verticalità che consentono diverse soluzioni di progettazione e arredo.

In base ai propri gusti e a come si vogliono gestire gli spazi, è possibile scegliere di progettare un loft in stile moderno, caratterizzato da un mix di elementi architettonici antichi e contemporanei, ampia luminosità e un’eleganza ricercata, completandolo con arredi e materiali in legno, vetro, cemento e metallo; oppure possiamo optare per un loft in stile industriale dal design minimalista, con superfici in cemento, impianti con tubi a vista ed elementi decorativi e d’arredo dai toni neutri.

Soppalco in legno e metallo.

Gli ampi spazi senza divisori offrono sicuramente delle opportunità di arredamento interessanti, ma la mancanza di ambienti più appartati potrebbe rappresentare un limite. In questo caso, l’espediente migliore per compensare l’assenza di stanze è quello di costruire un soppalco. In genere il soppalco viene utilizzato soprattutto per separare la camera da letto dal resto della casa, ma esistono diverse soluzioni.

Vediamo alcune idee su come destinare il soppalco del loft ottimizzando al meglio gli spazi e riuscendo allo stesso tempo a valorizzare ogni angolo di questa struttura.

Zona notte

La soluzione più classica è quella di trasformare il soppalco in una camera da letto. La struttura può essere in muratura, legno o acciaio. Il soppalco in muratura richiede più modifiche, mentre quelli in legno e in acciaio sono autoportanti, si reggono su travi e colonne senza intaccare l’ambiente circostante e non necessitano di interventi radicali.

Una zona notte a soppalco può essere esposta o meno alla vista, dipende dal livello di privacy che si vuole ottenere. Una ringhiera in vetro è elegante, ma lascia intravedere la camera da letto e non lascia molto spazio all’intimità. Se invece è in legno, in ferro o in acciaio è possibile realizzare un effetto di semitrasparenza. Al contrario, se si opta per la privacy assoluta, una buona soluzione è quella di montare una tenda per nascondere del tutto lo spazio superiore.

In base alla quantità di spazio a disposizione, il letto può occupare tutto lo spazio in lunghezza e larghezza, usando una parete come testata. Un’alternativa è ricorrere a un futon giapponese, da “incastrare” nello spazio utilizzabile. In questi casi ogni centimetro fruibile va sfruttato al meglio con scaffali e cassettoni che fanno da comodini su cui appoggiare oggetti, libri, lampade e perché no, anche piccole cornici per fotografie per rendere la stanza più accogliente.

Zona relax

Il soppalco del loft può diventare una nicchia nascosta, un luogo dove rintanarsi e rilassarsi dopo una giornata faticosa, magari ascoltando musica, leggendo un libro o guardando film, documentari e serie tv. 

Non può quindi mancare un comodo divano, una poltrona o un’amaca attorno cui poi sviluppare altri elementi d’arredo, come tappeti dal design creativo e pouf con cuscini colorati. Una soluzione intelligente è quella di prevedere una parete attrezzata per tenere libri o appoggiare soprammobili e dare quel tocco personale in più. Se lo spazio lo permette, inoltre, si può aggiungere un piccolo divano letto che può rivelarsi molto utile nel caso si voglia ospitare amici o parenti per qualche giorno.

La zona relax può trasformarsi in una zona hobby. Che sia la pittura, il gaming o i lavori fai da te, l’importante è arredare il soppalco con tutto ciò che possa agevolare la nostra attività, quindi lampade, tavolini smontabili, sgabelli o sedie confortevoli.

Zona studio o lavoro

Un’altra idea è quella di destinare il soppalco a zona di studio o lavoro, l’ambiente perfetto per studiare o permettere ai bambini di fare i compiti, in modo da creare una separazione dall’ambiente principale e ottenere maggiore concentrazione.

Uno spazio silenzioso e isolato, inoltre, è utile soprattutto nei casi in cui è necessario lavorare da casa in smart working. È come avere un piccolo ufficio all’interno delle mura domestiche, un luogo dove evitare distrazioni e lavorare con il massimo della flessibilità. 

In entrambi i casi è opportuno arredare lo spazio con librerie, scrivanie, mensole, scaffali e cassettiere per avere tutto l’indispensabile a portata di mano. Anche qui è importante avere una buona illuminazione per evitare l’affaticamento degli occhi che devono affrontare ore di lettura su schermi e pagine.

Sala da ginnastica

Quando gli impegni domestici e lavorativi tolgono tempo alla cura di sé stessi, progettare un loft con soppalco adibito a palestra è la soluzione migliore.

Partiamo dal pavimento che dovrà reggere con efficienza forze fisiche e pesi provocati da corsette, salti, spostamenti e sollevamenti. Un primo consiglio, se il pavimento è già presente, è quello di rinforzarlo con dei tappeti isolanti. Se, al contrario, il pavimento deve essere ancora costruito, si può ricorrere a materiali come il PVC o persino il parquet se si preferisce rendere più accogliente la sala.

Anche l’occhio vuole la sua parte: il colore delle pareti influisce molto sulla percezione dello spazio. Per questo motivo, il consiglio è quello di adottare colori caldi e carichi, ricordando che i toni chiari danno l’impressione di trovarsi in un ambiente più spazioso e di conseguenza restituiscono sensazioni di maggiore libertà di movimento.

Riguardo l’attrezzatura, di sicuro non si può fare a meno del tappetino da yoga: si può utilizzare quello arrotolabile oppure scegliere di farlo diventare direttamente un elemento di arredo della sala. Corde, bande elastiche e manubri possono occupare una parete attrezzata senza problemi, mentre per le macchine come tapis roulant e cyclette bisogna considerare bene lo spazio a disposizione perché più ingombranti.

Guardaroba

Il consiglio per chi ama lo shopping di capi d’abbigliamento è quello destinare il loft soppalcato a guardaroba.

Se c’è abbastanza spazio da poterci camminare dentro, si può sfruttare non solo per organizzare vestiti, scarpe e borse, ma anche lenzuola, copripiumini, coperte e valigie. La struttura è realizzabile con ante scorrevoli o tende e permette di suddividere lo spazio in diversi modi: si possono separare gli indumenti in base ai proprietari oppure organizzare mensole e cassettoni a seconda della tipologia degli indumenti.

Come illuminare il soppalco di un loft

La luce ha un ruolo fondamentale nell’arredo di un loft soppalcato perché gli spazi sono dispersivi e sono quindi necessarie varie fonti di illuminazione. Nel caso specifico del soppalco, bisogna innanzitutto pensare alla funzione che deve ricoprire.

In generale, per quanto riguarda la luce naturale, la soluzione privilegiata è il lucernario, ma se il soppalco è aperto su ambienti a doppia altezza è consigliabile ricorrere a un sistema di tende e illuminazione artificiale.

Nel caso di illuminazione artificiale, meglio adottare luci che puntino verso il soffitto, utilizzando lampade da tavolo e da terra per creare un’atmosfera ospitale e illuminare in modo uniforme tutta l’area.

Se il progetto del soppalco non prevede interventi sugli impianti sottotraccia, le lampade senza fili rappresentano un’ottima soluzione. L’alternativa per i soppalchi bassi, invece, è l’utilizzo di strisce LED.

Soppalco in open space living room.

Loft soppalcato: quali sono i primi passi?

Come abbiamo visto, progettare e arredare un loft con soppalco non è semplice perché lo spazio è multifunzionale e, oltre a trovare equilibrio e continuità tra open space e verticalità, bisogna rispettare diverse normative.

Per assicurarsi che la realizzazione di un loft con soppalco soddisfi ogni aspettativa, occorre affidarsi a dei professionisti in grado di progettare la migliore soluzione in base alle caratteristiche dell’abitazione.

Gli interior designer di Io Ristrutturo e Arredo propongono i migliori materiali e le idee più innovative per arredare casa secondo i tuoi desideri e le tue necessità. Negli showroom, presenti in tutta Italia con 90 punti vendita, puoi richiedere anche un servizio di relook per la tua abitazione.


Vuoi un progetto di qualità per progettare o arredare il tuo loft con soppalco?

Trova l’esperto IReA più vicino